Nell ‘ordinato caos dell’ Universo

Published by Stefania on

Il mio cielo cosi ordinato ma allo stesso tempo così caotico.

Non mi stanco mai di guardare questo immenso cielo notturno. All’ inizio vengo attratta dal grande disordine delle cose, faccio fatica a riconoscere i miei cari astri ..ma poi mi rendo conto che ogni cosa ha un suo ben preciso posto, in quel particolare momento, orario, giorno, mese e anno .

La stella polare sta sempre li, a Nord e tutte le altre stelle le girano intorno, si tratta di un moto apparente delle stelle, che in realtà dovrebbero essere fisse, ma a noi sembra che si muovano percorrendo un cerchio luminoso di particolare bellezza, visibile solo tramite delle tecniche fotografiche (star trails)

La stella polare sul tetto di casa

A Sud-Ovest , molto bassa in cielo si vede  Sirio, la stella più luminosa, ma sta scendendo  sotto l’orizzonte lasciando il nostro cielo notturno. E’ stata la protagonista del cielo invernale, insieme a Procione e Beltegeuse, con cui forma il triangolo invernale, ben visibile ad Est, nelle fredde sere invernali. Siamo in un periodo di transizione tra il cielo invernale e quello estivo, che sono molto più definiti rispetto a quello primaverile ed autunnale, in cui assistiamo a delle continue mutazioni. Alcune costellazioni non sono più visibili e lasciano il posto ad altre ancora più belle. Solo le costellazioni circumpolari sono sempre ben visibili sull’orizzonte: l’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore, Cassiopea e Cefeo, Dragone e Giraffa.

Sul terrazzo 90 minuti di cielo

Ad Ovest, in queste sere di fine Aprile, vediamo la Luna, nella sua prima fase, che piano piano si avvicina a Venere e poi se ne va per la sua strada. La splendida Venere è la protagonista delle nostre serate, molto luminosa appare ad Ovest subito dopo il tramonto e ci fa compagnia per le prime ore della sera. Dopo la Luna ed il Sole il brillante pianeta è l’oggetto naturale più luminoso di tutta la volta celeste.
Dallo scorso Dicembre ci ha accompagnato nell’attesa della notte, una presenza costante e magnetica nel cielo serale.
Ma ha ormai cominciato la sua “discesa” verso i bagliori del Sole e nel giro di poche settimane non la vedremo più. Dovremo poi aspettare l’estate per ritrovarla però nel cielo del mattino e dalla parte opposta del cielo, ad EST.

Ricordo, con molto piacere,  lo splendido passaggio di Venere attraverso le Pleiadi ,nei primi giorni di Aprile,  un vero spettacolo!

Incotro tra la Luna e Venere

Ad Est è ben visibile Arturo, la quarta stella più luminosa, fa parte della costellazione del Boole e  forma il triangolo primaverile, insieme a Spica, della costellazione della Vergine ed Denebola, della costellazione del Leone .

Mi sposto un po’ più al centro per guardare sulla mia testa e vedo molto in alto, il Grande Carro, ma rimango stranamente stupita dal fatto che il suo manico è curvato verso il basso e verso est, non come sono abituata a vederlo durante le sere estive, quando volge invece verso ovest; dopo un senso di smarrimento riesco di nuovo ad orientarmi, infatti seguendo la curvatura del manico arrivo ad Arturo, guardiano dell’Orsa Maggiore (di cui il grande carro fa parte)………..e si, è tutto straordinariamente al suo posto .

In questo periodo dell’anno Orsa Maggiore è rovesciata ed è molto in alto, quasi allo Zenit, al di sopra dell’Orsa Minore e quindi della Stella Polare….tutto cambia con il cambiare delle stagioni , in estate si capovolge di nuovo e la vedremo nella sua classica configurazione.

Tutto cambia, tutto si modifica ma si tratta di un caos ordinato perché ogni cosa ha il suo meraviglioso posto  .

Stefania Fabrizi

Foto Fabio Campoli

Indianatrek.it


Stefania

Il Sorriso permette all'anima di respirare Guida Ambientali Escursionistiche iscritte al Registro Nazionale AIGAE Numero Inscritto LA531 Associazione Italiana Guide Ambientali, operanti nel settore in base alla Legge 14 gennaio 2013, n°4

Open chat