Good Night sulle creste

Fantastica montagna dove l’affaccio a nord è da brivido, 1400 metri di strapiombo che precipita sul teramano. Escursione molto particolare e fotografica, i colori del tramonto e poi dell’alba in queste montagne è a dir poco spettacolare.

Traccia la più diretta e facile possibile partendo dal Rifugio Fonte Vetica e poi risalendo il Vallone Vradda.

Queste escursioni sono quelle che rimangono dentro di più, vivere la montagna interamente anche di notte.

Cosa portare

L’organizazione per questa uscita è leggermente diversa, bisogna preventivamente calcolare ogni dettaglio.

Essendo comunque un dislivello di tutto rispetto, il peso portato sulle spalle va minuziosamente studiato. Talvolta si portano oggetti superflui, ma si può lasciare a casa la macchina fotografica? Direi proprio di no !!! Quindi il superfluo va accettato e bisogna accettare tutta la fatica in più per portala sopra.
Nella borsa sono andati a finire : una tenda, un sacco a pelo, reflex e treppiede, acqua, qualcosa da mangiare e una lampada frontale, siamo in piena estate ma in alta montagna bisogna prevedere l’abbigliamento idoneo per le temperature notturne, che scendono in maniera anche considerevole.
L’ora prevista del tramonto non va trascurata, si parte 3/4 ore prima circa, parcheggiando nell’ampio spazio adibito di Fonte Vetica, con il senno di poi, è stata una vera fatica arrivare sopra.

Scelta della posizione

Abbiamo deciso di posizionarci a ridosso dei crepacci, lo spazio in piano qui è molto esiguo, il risultato è stata una posizione inclinata, avventura cercavamo e avventura sia.

Scaricati i pesi siamo arrivati sopra la vetta 2465 metri sul livello del mare, una giornata molto aperta con poche nuvole, si gode il panorama di campo imperatore e tutta la catena del Gran Sasso.

Non siamo soli

Un gruppo di Camosci fanno scorribanda sotto la vetta del Camicia, alcuni si avvicinano curiosi vicino alla nostra tenda. I colori cominciano prendere tonalità rosse arancio tipiche dell’ ora d’oro, il sole è molto basso, ci prepariamo per passare la notte e per cogliere ogni momento.

Tramonto ad alta quota

Quando siamo piccoli al cospetto della bellezza di questa terra, questa è la sensazione che mi colpisce di più.

La Reflex in azione

Fermo su una cresta scatto foto a raffica per fermare il momento, il sole dietro al Corno Grande scende tingendo di fuoco le rocce quasi verticali del Camicia.
Lo spettacolo si evolve in poco tempo, i colori cambiano continuamente, anche dopo che il sole non c’è più.
L’ora d’oro sta finendo, per entrare nell’ora blu, non meno spettacolare, dove ogni panorama davanti alla macchina fotografica prende più corpo, tutto si trova nell’esposizione giusta, molti più particolari vengono catturati.

Il buio

La notte avvolge queste vette, le luci della riviera adriatica in lontananza, una atmosfera surreale. La tenda diventa un rifugio dal vento ma l’alba ancora è lontana e prima ho intenzione di effettuare uno StarTrial.

Alle 23 programmo l’intervallometro per la reflex, posiziono il treppiede, ancorandolo per il vento, ad una decina di metri dalla tenda, la cui posizione non è stata scelta a caso in quel punto.

240 scatti ogni scatto è di 20 secondi, il risultato è la foto all’inizio dell’articolo, le nuvole di passaggio hanno reso lo sfondo non completamente libero, anche questo particolare arricchisce l’esperinza, facendola diventare unica

L’attesa

Ore lunghe e belle dove si è dormito poco, ma per queste esperienze meno si dorme più cose si ha la possibilità di fare e ricordare.

L’alba è il prossimo evento di un film mai noioso, la sensazione di stare in un ambiente selvaggio viene amplificato, molti uccelli alle prime luci prendono il volo.
Il primo raggio di sole spunta sull’adriatico incendiando il mare, siamo ai titoli di coda e non vorresti che finisse mai.
Il Gran Sasso prende la scena con il suo cappello di nuvole.

Si tirano le somme

Il nostro spettacolo è finito, è mattino presto, rimettiamo a posto le nostre cose, lasciandolo come l’abbiamo trovato, il posto dove per una notte ….. non abbiamo dormito 😉

Powered by Wikiloc


Fabio

Sono serio serio, Amo la Follia Buona